Laboratorio di produzione e caratterizzazione avanzata di materiali polimerici per applicazione in campo biomedico e nanotecnologico

FT-IR Spotligh Imaging Sistem Perkin-Elmer
La FT-IR Imaging è una tecnica analitica di Chemical Imaging all’infrarosso che fornisce un’ informazione chimica sul campione in esame abbinata a una immagine “visiva”, si tratta di “immagini chimiche” ricostruite attraverso lo spettro IR. Lo strumento permette di selezionare una zona del campione, mediante il microscopio ottico di cui è dotato e di effettuare la mappa chimica all’infrarosso MIR o NIR della zona prescelta. Lo strumento può acquisire immagini in trasmissione, in riflessione e in μATR. Quest’ultima modalità permette una accurata analisi chimica superficiale del campione. Lo strumento è dotato di un software capace di effettuare una elaborazione sofisticata delle immagini acquisite (rapporto di bande, mappe in derivata, mappe di correlazione, analisi statistica mediante PCA), permettendo di ottenere una serie di informazioni fondamentali per lo studio dei materiali quali: l’ omogeneità chimica, il grado di miscelazione di un blend polimerico, la dispersione di un farmaco in una matrice, l’efficacia delle reazioni di funzionalizzazione/grafting superficiale di matrici polimeriche o metalliche. Mediante la messa a punto di tecniche di analisi innovative lo strumento è stato utilizzato per lo studio di tessuti biologici (osso e miocardio) e per evidenziare la presenza di cellule adese sulla superficie di materiali polimerici o effettuare test rapidi per la valutazione della citotossicità.

Analisi Superficiali in μATR

Coating polimerico su substrato in acciaio: (progetto ROBOIMPLANT)
Formazione di idrossiapatite su substrato in titanio: collaborazione con Politecnico di Torino e Chubu University, (Japan).

Analisi Superficiali in μATR

Analisi morfologica e chimica di dispositivi microparticellari, tubolari e microstrutturati

Analisi in riflessione

Rimozione di un polisaccaride batterico da membrane a impronta molecolare: collaborazione NOVARTIS.

Principali attività di ricerca
Lo strumento è maggiormente utilizzato per attività sperimentale e di ricerca nel settore di Scienze e tecnologie dei Materiali SSD 09-D1 (Ing-Ind 22) ed in quello della Bioingegneria (Ing.Ind.34). Utenza: Interna ed esterna all’Ateneo.

Progetti di ricerca in corso che prevedono l’utilizzo dello strumento:
INCIPIT “INtegrated Conductive and biomimetic polymeric Interfaces able to serve as micro-nanostructured Patches for myocardIal regeneraTion”( M-era.Net Call 2016), coordinatore Caterina Cristallini CNR (in convenzione con DICI).
RECOVER” biotech solutions that improve the biodegradation and high valorization of agroplastic wastes”(Horizon 2020), coordinatore Patrizia Cinelli Unipi.

Applicazioni derivanti dall’utilizzo dell’attrezzatura: Progetti di ricerca, collaborazioni scientifiche , conto terzi.

Altre informazioni utili: I risultati ottenuti dalle indagini strumentali effettuate con questa attrezzatura hanno contribuito alla pubblicazione di numerosi articoli su riviste nazionali ed internazionali. L’attrezzatura è di particolare rilievo nel panorama nazionale ed europeo.


Research group
RAR: Barbani Niccoletta

Personale DICI coinvolto:
Caterina Cristallini CNR (in convenzione con DICI),
Maurizia Seggiani,
Patrizia Cinelli,
M.G.Cascone,
Elisabetta Rosellini

Collaborazioni esterne

Politecnico di Torino
Università di Torino
SpinPet (Pontedera, Pisa)
Università degli Studi di Parma
Consiglio Nazionale delle Ricerche
University of Erlangen-Nuremberg